yvonnestrahovski.it

Prodotti dalla rete, novità e recensioni su elettrodomestici moderni

Lavatrice e asciugatrice o lavasciuga? Come sciogliere il dilemma

Nel lavaggio automatico della biancheria si pone il dilemma se delegarlo alla lavatrice in coppia con l’asciugatrice o alla lavasciuga, che da sola fa le veci di tutte e due. Se sei alle prese con la prima casa da arredare, ti troverai a dover sciogliere questo dubbio e deciderti sul da farsi, se cioè acquistare due elettrodomestici da far funzionare in sequenza combinata (lavatrice + asciugatrice) oppure un solo apparecchio ‘all in one’. Per alcuni la decisione è facilitata dal contesto domestico, ad esempio dagli spazi dell’abitazione che condizionano, non poco, una scelta del genere, è ovvio che chi vive in un open space non potrà che optare per una lavasciuga. In altri casi, laddove la casa si presti ad entrambe le soluzioni, si ripropone l’eterno dilemma. Per scioglierlo ci si dovrà porre degli interrogativi, ad esempio sul tipo e la quantità di bucato da fare settimanalmente, se si hanno spazi per stendere la biancheria ad asciugare e, non ultimo, il budget che si è disposti ad investire. Prendiamo il caso di lavatrice e asciugatrice separate. 

Se ci si orienta su questa strada, si dovrà sapere che non bisognerà acquistare due apparecchi della stessa capienza. Rispetto alla lavatrice, che bagna gli indumenti riducendone il volume, il cestello di un’asciugatrice necessita di più spazio per gli indumenti messi ad asciugare, in quanto dovrà lasciare filtrare l’aria calda fra un capo e l’altro. Quando, invece, vengono inseriti in lavatrice e, successivamente, trattati in acqua, più si ‘stringono’ meglio è, proprio per creare quella frizione che si rende necessaria a una pulizia più approfondita. Ciò presuppone una scelta diversa per quanto riguarda la capacità dell’una e dell’altra macchina. 

Si faccia conto che per ospitare gli indumenti da asciugare che provengono dal cestello della lavatrice, un’asciugatrice deve poter contare su una capacità di almeno 1/3 superiore, in caso contrario si dovranno fare due cicli di asciugatura in sequenza. Ciò spiega la dinamica che sottende alla diversa capienza fra lavatrice e asciugatrice a parità di volumi di biancheria, fermo restando che anche in una lavasciuga combinata si dovrà procedere a due ‘manche’ di asciugatura non essendo in grado la macchina di smaltire tutto il carico del lavaggio in un colpo solo.